Tabella comparativa migliori prodotti

1
2
3
4
5
Prodotto
Tommee Tippee Sangenic Tec Starter Kit Sistema ...
Tommee Tippee Sangenic Tec Ricarica per Sistema...
Foppapedretti Ricarica per Maialino, 3 Pezzi
Tommee Tippee Sangenic Tec Sistema di Smaltimen...
Ricarica mangiapannolini leggermente profumata ...
Immagine
Tommee Tippee Sangenic Tec Starter Kit Sistema di Smaltimento dei Pannolini
Tommee Tippee Sangenic Tec Ricarica per Sistema di Smaltimento dei Pannolini, 6 Pezzi
Foppapedretti Ricarica per Maialino, 3 Pezzi
Tommee Tippee Sangenic Tec Sistema di Smaltimento dei Pannolini, Bianco
Ricarica mangiapannolini leggermente profumata con trattamento antiodore EVOH compatibile ricariche Sangenic Tommee Tippee & Sangenic Tec | Angelcare | Litter Locker II + ROTOLO CARTONE PER UNA RICARICA ANCORA PIÙ FACILE E DA USARE COME CONTENITORE PER LA PELLICOLA (200m)
Voto Finale
9.2/10
9.2/10
9/10
9/10
8.2/10
Recensione
-
-
-
Immagine
Tommee Tippee Sangenic Tec Starter Kit Sistema di Smaltimento dei Pannolini
Prodotto
Tommee Tippee Sangenic Tec Starter Kit Sistema di Smaltimento dei Pannolini
Voto Finale
9.2/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato
Immagine
Tommee Tippee Sangenic Tec Ricarica per Sistema di Smaltimento dei Pannolini, 6 Pezzi
Prodotto
Tommee Tippee Sangenic Tec Ricarica per Sistema di Smaltimento dei Pannolini, 6 Pezzi
Voto Finale
9.2/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato
Immagine
Foppapedretti Ricarica per Maialino, 3 Pezzi
Prodotto
Foppapedretti Ricarica per Maialino, 3 Pezzi
Voto Finale
9/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato
Immagine
Tommee Tippee Sangenic Tec Sistema di Smaltimento dei Pannolini, Bianco
Prodotto
Tommee Tippee Sangenic Tec Sistema di Smaltimento dei Pannolini, Bianco
Voto Finale
9/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato
Immagine
Ricarica mangiapannolini leggermente profumata con trattamento antiodore EVOH compatibile ricariche Sangenic Tommee Tippee & Sangenic Tec | Angelcare | Litter Locker II + ROTOLO CARTONE PER UNA RICARICA ANCORA PIÙ FACILE E DA USARE COME CONTENITORE PER LA PELLICOLA (200m)
Prodotto
Ricarica mangiapannolini leggermente profumata con trattamento antiodore EVOH compatibile ricaric...
Voto Finale
8.2/10
Opinioni utenti
Prezzo consigliato

Migliori Modelli

I migliori modelli che abbiamo recensito per voi

Offerte del giorno

Sconti imperdibili e  offerte sui migliori prodotti che ogni giorno selezioniamo su Amazon

Ricerca Avanzata

Ricerca i prodotti per modello, marca, giudizio complessivo

Mangiapannolino: cos’è e come funziona, vantaggi, consigli, modelli migliori, prezzi e recensioni

La gestione della spazzatura all’interno di una qualsiasi abitazione, è da sempre un argomento molto delicato, al quale si tenta sempre di offrire la soluzione migliore. Quando le abitazioni sono condivise e quando ci si trova a contatto con altri inquilini, gestire la spazzatura al meglio, diviene ancora più importante. La propagazione dei cattivi odori, dei germi e dei batteri è una situazione da evitare il più possibile. Mantenere la casa in ordine e in totale pulizia è quindi una priorità che si fa più evidente quando la famiglia si allarga e arriva un bambino. La presenza di un nuovo pargoletto avanza una necessità aggiuntiva oltre ad un impegno nettamente superiore nella gestione dei rifiuti. Il motivo di questo sta proprio nei famigerati pannolini, che siano usa e getta o lavabili, è importante organizzare la gestione del cambio in maniera tale da  non creare disordine e soprattutto cattivi odori.

Cos’è il mangia pannolini?

Il mangia pannolini è uno strumento noto da poco sul mercato. Si tratta di un contenitore speciale, dentro il quale vengono gettati e accumulati i pannolini fino a quando questi non devono essere smaltiti definitivamente nel bidone della spazzatura indifferenziata oppure lavati, nel caso dei pannolini igienizzabili.

Il mangia pannolino non è un contenitore qualsiasi; non tutti i contenitori possono funzionare da bidone per la raccolta del pannolino. Il contenitore in questione, detto anche “maialino” si contraddistingue per la sua capacità di isolare gli odori, ed esimere, in alcuni modelli, dalla necessità di porre le mani all’interno del contenitore stesso.

Si tratta dunque di un prodotto sempre più apprezzato e quindi acquistato per far fronte al problema pannolini in tutte quelle case dove c’è bisogno di gestire una quantità di pannolini giornaliera notevole. Se pensiamo alle famiglie composte da più di un bambino, capiremmo quanto possa essere indispensabile un contenitore che raccoglie ed sola l’odore, almeno fino a quando giunge il momento della giornata di poter gettare via il tutto. Il maialino consente di ridurre lo sporco e rende veloce e pratico lo smaltimento dei pannolini che altrimenti dovrebbero essere gettati in contenitori normali non adatti a trattenere l’umidità e l’odore prodotto da un accumulo come quello di 10-15 pannolini al giorno.

Come funziona?

Il meccanismo che rende i mangiapannolini  prodotti apprezzatissimi dalle famiglie con bambini, risiede nel rivestimento interno del bidone e nel sistema di funzionamento che si differenzia in base al modello in considerazione. All’apparenza il mangia pannolino è un contenitore per la spazzatura; in realtà all’interno della struttura esiste uno strato composto di pellicole isolanti. Non tutti i mangiapannolini hanno lo stesso numero di pellicole isolanti: in base al modello, un maialino può avere da uno a 5 strati di rivestimento. Naturalmente più strati isolanti avrà il prodotto, maggiore sarà il prezzo.

E’ da precisare che un maialino con più strati di rivestimento svolge la funzione isolante al meglio. Per questo, anche in base alle proprie esigenze è opportuno considerare quale prodotto scegliere. Se in casa è necessario gestire un numero di pannolini superiore ai canonici 10-25 prodotti da un bambino, è opportuno optare per un modello con capienza maggiore e con strato di rivestimento a più pellicole isolanti.

Un altro aspetto che riguarda strettamente il funzionamento del mangiapannolini sta nel meccanismo sigillante. Mentre un comune contenitore per la spazzatura deve essere gestito manualmente, almeno per quanto riguarda la capienza e lo spazio che si rivela utile a contenere la spazzatura, il mangiapannolini funziona secondo un particolare sistema che al momento del rifiuto, cattura il pannolino e lo sigilla in un sacchetto, isolandolo da tutti gli altri pannolini ed evitando al massimo lo spreco di spazio disponibile.

Il sacchetto di plastica che si utilizza all’interno del maialino è un prodotto particolare che viene definito “ricarica”. Questo funziona esclusivamente per il mangia pannolino e sebbene abbia un costo maggiore degli altri sacchetti comunemente utilizzati per i contenitori della spazzatura di ordine semplice, è indispensabile per il corretto funzionamento del maialino. I pannolini usati verranno quindi stoccati ed isolati all’interno del bidone, uno ad uno senza produrre cattivo odore e propagazione di germi e batteri.

  • Agenti igienizzanti: Oltre alle pellicole, i mangiapannolini migliori sono stati trattati con particolari agenti igienizzanti che mantengono ancor più fresco l’ambiente esterno, isolando al meglio gli odori.
  • Filtri d’aria: il meccanismo di funzionamento efficace del mangiapannolino si basa anche sulla presenza o meno del filtro d’aria. In alcuni modelli di mangiapannolino, il filtro è un elemento che sostituisce il rivestimento doppio o triplo. Tuttavia, in base alle proprie esigenze si può scegliere di optare per un prodotto che abbia il filtro e in contemporanea lo strato interno isolante. I filtri d’aria funzionano isolando ermeticamente i pannolini ed evitano dunque la possibilità di qualsiasi fuoriuscita di odori.
  • Stantuffo o manopola: In ultimo, la presenza della manopola o dello stantuffo consente a chi utilizza il mangiapannolino di gestire con maggiore praticità il prodotto. Sebbene evitare la fuoriuscita di cattivi odori sia importante, è bene considerare anche il massimo confort per coloro che gettano ripetutamente i pannolini all’interno del maialino.                                                                                                                                                          Per capire come funziona il meccanismo a stantuffo o a manopola, occorre tenere in considerazione il meccanismo principale del mangiapannolino: questo strumento è dotato di speciali sacchetti che nel momento in cui si getta il pannolino, avvolgono e sigillano il rifiuto. Lo stantuffo o la manopola consentono di avere una maggiore comodità: inserendo il pannolino la manualità del gesto viene supportata dall’apertura automatizzata del bidone che esonera la persona che getta il pannolino dal toccare manualmente il sacchetto per creare lo spazio sufficiente ad inserire il pannolino.

Come usarlo nel modo corretto?

La procedura da seguire per buttare il pannolino e isolarlo completamente può sembrare scontata. In realtà, la peculiarità di questo strumento consta proprio nella particolare modalità con cui il rifiuto viene smaltito senza coinvolgere troppo chi manipola il pannolino. Mamme e papà sanno bene quanto possa essere delicato il momento del cambio e per questo hanno bisogno di un supporto concreto che renda tutto molto semplice. Il contenitore speciale, chiamato appunto maialino, si apre normalmente come un qualsiasi altro bidone della spazzatura. Inserire il pannolino dentro al bidoncino è una procedura facilitata proprio dal meccanismo a stantuffo. I sacchetti precedentemente posizionati all’interno, sono parte di una lunga catena e per questo ognuno di esso è collegato a quello successivo.

L’aspetto positivo del mangiapannolini sta proprio in un funzionamento automatico che consente lo srotolamento. Posizionando il pannolino sulla bocca del bidone questo si aprirà senza forzatura e ruotando la manopola sulla zona superiore del cestino si noterà l’apertura del sacchetto molto similmente ad una caramella che avvolta nella sua carta viene aperta. Ruotando nella direzione opposta, lo stantuffo spinge in profondità il pannolino così sarà possibile avvolgere nuovamente il sacchetto isolando il pannolino in una sorta di morsa. Il meccanismo è molto simile a quello di una caramella che viene arrotolata in una carta.

I rifiuti nel sacchetto saranno così stoccati ed ogni odore completamente isolato. Questo meccanismo permette di mantenere i pannolini lontani gli uni dagli altri evitando la mescolanza e la proliferazione dei germi. Ma soprattutto non ci sarà bisogno di toccare i pannolini gettati in precedenza. Ad ogni apertura del bidone si eviterà quella fuoriuscita sgradevole di odore, proprio grazie al fatto che ogni pannolino è ormai già chiuso nei singoli sacchetti.

Sacchetti

E’ da ritenere fondamentale la scelta corretta della ricarica. Per ricarica si intende proprio il tipo di sacchetto. Questi sono parte di un lungo tubo che si svolge automaticamente all’interno del bidone grazie alla manopola e allo stantuffo. I sacchetti devono necessariamente essere compatibili con la struttura del mangiapannolini scelto. Il motivo che ruota attorno a questa regola sta nel corretto funzionamento del prodotto stesso. Isolare bene gli odori è possibile soltanto se il sacchetto si chiude perfettamente. Posizionando un sacchetto non compatibile con il tipo di mangiapannolini può esporre a questo rischio.

In questo contesto c’è però una buona notizia: non tutti i mangiapannolini necessitano per forza di sacchetti specifici. Dopo aver valutato bene questo criterio di base, possiamo scegliere se utilizzare sacchetti biodegradabili comuni oppure di marca. E’ bene precisare però che nel caso in cui si scelga un mangiapannolini che richiede sacchetti esclusivamente compatibili, questi saranno proprio quelli della stessa marca.

La compatibilità non è soltanto una questione di marketing. La struttura del bidone è strettamente collegata alla struttura del sacchetto. Solitamente l’azienda produttrice di una tipologia di mangiapannolini realizza prodotti totalmente differenti da altre case produttrici della stessa tipologia di prodotto.

In definitiva possiamo concludere dicendo che ad ogni modello corrisponde la ricarica adatta. I mangiapannolini che funzionano con qualsiasi sacchetto di plastica esistono e sono nettamente più economici da gestire. Tuttavia è bene ricordarsi che volendo adattare contro corrente un sacchetto ad un mangia pannolini non appartenente alla stessa tipologia, si rischia di compromettere la funzione isolante del bidone: sacchetti troppo piccoli potrebbero rompersi; sacchetti troppo grandi potrebbero invece occupare uno spazio maggiore e rendere la capienza minore di quella reale. Anche la resistenza del sacchetto gioca un ruolo importante: i pannolini sporchi hanno un peso che il sacchetto progettato per essere utilizzato nel mangiapannolini è in grado di supportare. Un sacchetto biodegradabile qualsiasi potrebbe non reggere il peso del pannolino e rompersi una volta entrato in contatto on questo.

Sebbene i sacchetti appositamente formulati abbiano un prezzo maggiore dei classici e comuni sacchetti della spesa, biodegradabili ma non specifici, è preferibile assicurarsi che il mangiapannolini ottemperi alla sua funzione in maniera ottimale.

Struttura

La struttura del mangiapannolino può variare moltissimo tra una casa produttrice ed un’altra. Esistono differenze sostanziali le cui differenze risiedono soprattutto nella dimensione e nella capienza. Il colore del mangiapannolino è un aspetto del tutto secondario che non incide in alcun odo sulla funzionalità. Per questo motivo è bene considerare attentamente le necessità personali prima di procedere all’acquisto. Una famiglia composta di due o più bambini che utilizzano pannolini quotidianamente, avrà bisogno di un bidone mangia pannolini capiente e molto grande. La struttura del mangiapannolini possiede un meccanismo che riduce ai minimi termini lo spreco di spazio: in ogni mangiapannolini entrano un minimo di 15 pannolini ed un massimo di 20/25 pannolini. Il prezzo di questi prodotti varia molto in base a questa peculiarità: ovviamente più grande è il mangiapannolino, maggiore è il prezzo.

E’ bene diffidare dalle imitazioni e saper distinguere i semplici bidoni della spazzatura che assomigliano a mangiapannolini, da veri e propri prodotti pensati per l’isolamento degli odori. I bidoni della spazzatura comunemente utilizzati non sono rivestiti di materiale isolante e igienizzante. Il mangia pannolino è uno strumento realizzato in funzione di questo scopo. In commercio si trovano tantissime imitazioni, dalle quali è bene diffidare.

Vantaggi del mangia pannoliniCaratteristiche del mangia pannolini
Isolamento degli odoriRivestimento interno a 5 strati
Maggiore OrdineSacchetti compatibili con la struttura del prodotto a seconda della marca
Maggiore puliziaFiltro d’aria e Stantuffo per l’apertura automatizzata

Capienza

La capienza, come accennato in precedenza, è un elemento cardine nella scelta dell’uno o dell’altro modello. In base alle necessità si sceglierà per un modello più o meno capiente. Le case produttrici sfortunatamente non indicano in maniera precisa la portata massima del prodotto. Questo avviene perché la capienza si riferisce quasi sempre ai pannolini di taglia 0. Un pannolino taglia 0 non occupa lo stesso spazio di un pannolino taglia 5; per cui è bene prendere con le pinze il valore indicato sulla confezione.

I bidoni di struttura minimal sono realizzati per ospitare un minimo di 10 pannolini. Se abbiamo più i un bambino questo modello non costituisce la soluzione ottimale. Per fortuna esistono modelli capienti in grado di ospitare anche 20/25 pannolini fino ad arrivare a tipologie molto particolari di mangiapannolino che arrivano a contenere anche 200 pannolini. La scelta dell’uno o dell’altro modello è  da considerare sulla base di diversi fattori: numero di bambini in primis, frequenza con la quale si è soliti gettare via i pannolini e quindi quante volte alla settimana è possibile svuotare il mangiapannolini definitivamente.

Ovviamente i maialini in grado di  accumulare 200 pannolini presentano un prezzo di costo nettamente maggiore rispetto ai mangiapannolini modello basic.

Prezzi e caratteristiche delle quali diffidare

Il prezzo dei mangiapannolini è strettamente collegato alla presenza degli strati di rivestimento interno. Solitamente i modelli basic non hanno un prezzo eccessivo. In media si parte da un minimo di 20/30 euro per i mangiapannolini più piccoli fino ad arrivare a 50/60 euro per i più grandi. Gli strati che rivestono le pareti interne del bidone possono essere uno, due fino ad arrivare a 5 strati. Più strati ci sono, più il prodotto è considerato di qualità. Funzionalmente, il mangiapannolini completo di filtro d’aria e rivestito fino a 5 strati è considerato il migliore.

I prodotti di prezzo medio basso devono destare sospetti in quanto potrebbero non essere rivestiti di alcuna pellicola e quindi non espletare la propria funzione di isolamento dei cattivi odori. Inoltre un mangiapannolino fac simile non funzionante al meglio non è dotato di manopola e stantuffo per l’apertura automatizzata del sacchetto e la conseguente chiusura a stoccaggio.

Per questi motivi è buona abitudine cercare tutte le caratteristiche principali dei mangiapannolini, accertarsi della presenza delle principali peculiarità per poi procedere alla scelta dell’uno o dell’altro modello. I prodotti particolarmente economici sono un chiaro segno di inefficienza. Solitamente questi prodotti funzionano con qualsiasi sacchetto di plastica ma non isolano gli odori e non funzionano diversamente da qualsiasi altro bidone della spazzatura.

 Modalità di svuotamento

Una volta riempito il mangiapannolini, qual è il modo migliore per smaltirne il contenuto definitivamente? C’è da dire che alcuni modelli di mangiapannolini e di conseguenza di sacchetti, consentono di buttare il contenuto di tutto il mangiapannolini direttamente all’interno del bidone del residuo senza l’inconveniente dell’odore sgradevole. I sacchetti infatti sono tutti sigillati: ogni pannolino è stoccato all’interno della plastica e da lì non fuoriesce alcunché.
Ogni sacchetto presente in commercio possiede poi un laccetto da utilizzare per fare il nodino e gettare via tutto.

E’ molto importante accertarsi delle modalità di rifiuto corrette indicate dal proprio comune di residenza. Solitamente i pannolini sono parte della spazzatura definita “residuo” e cioè raccolta indifferenziata. Questa categoria raccoglie tutti i rifiuti non riciclabili; per questo è fondamentale non gettare i pannolini in altri bidoni destinati alla raccolta dei riciclabili.

A livello pratico, per far sì che il mangiapannolini torni di nuovo pronto all’utilizzo, è sufficiente togliere il coperchio e svuotarlo. Questo tipo di prodotto molto raramente si sporca sul fondo e per questo non richiede di essere igienizzato. Il sistema di rivestimento interno abbinato al filtro d’aria rende il mangiapannolini uno strumento dalla pulizia automatizzata.

Conclusioni

In definitiva possiamo affermare con assoluta certezza che il mangiapannolini è uno strumento funzionale e utile. Sebbene molti preferiscano risparmiare e utilizzare un bidone qualsiasi per la raccolta dei pannolini, il maialino si rivela comodo in tantissimi ambienti familiari, soprattutto laddove i bambini sono più di uno. Il mangiapannolini è tra l’altro pratico da utilizzare: grazie ad un sistema automatico di funzionamento consente di non coinvolgere direttamente le mani di chi lo utilizza. Gli aspetti principali sui quali si ha un vantaggio immediato sono l‘odore e la pulizia, poiché il sistema alla base della sua funzione permette di eliminare gli odori e di tenere germi e batteri intrappolati nel sacchetto, evitandone la moltiplicazione tipica dei bidoni comuni.

Anna Silvestrini

Sono una giornalista e una mamma appassionata di scrittura e condivisione di contenuti web. Sono sempre alla ricerca di un dettaglio perfetto, qualcosa che possa fare la differenza nello stile di vita di una mamma. Condivido ogni giorno tutte le informazioni e le scoperte che mi facilitano in questo ruolo così delicato.

6395 6462 6425 6419 6417 6439 6447 6406
Back to top
MangiaPannolino