Quanto costa un mangiapannolini? Fasce di prezzo e info

maialino

La gestione dei rifiuti è un argomento complesso, i pannolini sporchi ne fanno parte.
La maggior parte delle famiglie opta per un tradizionale bidone e se ha la fortuna lo posiziona all’esterno in attesa del ritiro della differenziata.
Ma chi non può e deve tenerlo in casa?

Un pannolino sporco emette odori e soprattutto è fonte di germi e batteri.
Con un neonato in casa la spazzatura prodotta aumenta a dismisura e non sempre è facile smaltire tutti i residui che produce.
Per questo il nostro migliore alleato è il mangiapannolino. Le aziende specializzate in prodotti per l’infanzia lo hanno brevettato proprio per venire incontro alle esigenze dei genitori.

Detto anche “maialino”, questo accessorio è uno speciale bidone adatto a contenere i pannolini dei nostri piccoli, isolando completamente i cattivi odori che questi producono.

Il mangiapannolino è indispensabile, ma quanto costa? Ci sono varie fasce di pezzo, cercheremo in modo esauriente di affrontare l’argomento.

Perchè vale la pena comprare un maialino?

Apparentemente questo prodotto ricorda un normale contenitore per la spazzatura, in realtà una volta inserito il pannolino nell’apposita apertura, uno speciale meccanismo all’interno lo sigillerà chiudendolo in un sacchetto di plastica spingendolo verso il fondo.

Nel caso sopra descritto stiamo parlando di un mangiapannolino con sistema ad impacchettamento singolo mentre i modelli più semplici hanno un sacco unico. In entrambi i casi sono dotati di pistoni che spingono il pannolino verso il basso.

I pregi dei maialini

-niente più olezzi molesti in casa
– garanzia di igiene e sicurezza contro batteri e germi
– niente più passeggiate in veranda o in giardino
– rifiuti stoccati correttamente e comodamente

Come scegliere il giusto maialino

Quali sono le cose che dobbiamo tenere in considerazione prima dell’acquisto di un maialino?

Capienza
Il maialino va acquistato in base al numero di bebè ed al numero di pannolini consumati. Una famiglia con un bambino appena nato, ad esempio, avrà esigenze diverse rispetto a chi ha un figlio più grande in procinto di iniziare ad utilizzare il vasino, stesso discorso per chi ha un bambino e chi invece ha due gemelli. I mangiapannolini hanno una capienza che va da un minimo di una decina ad un massimo di un centinaio.
Attenzione alle indicazioni delle casa produttrici perché si riferiscono ai pannolini di taglia zero utilizzati solitamente solo nei primi mesi di età. Quando valutate questo fattore, quindi, considerate attentamente il tipo di pannolini che utilizza il vostro piccolo.

Struttura
Esistono vari modelli che hanno più caratteristiche o ne hanno di meno, quindi modelli con filtri d’aria, con manopole, con stantuffo, con impacchettamento singoli e non. Gli strati di rivestimento sono importanti, più sono maggiore è la capacità di trattenere l’odore. Filtri d’aria aiutano a tenere il contenitore ermeticamente sigillato evitando la fuoriuscita di odori. Stantuffo e manopola sono elementi che coadiuvano la funzionalità di contenimento di odori e batteri.

Quanto costa un maialino?

Quali sono i fattori che incidono sul prezzo?

– Capienza, ovviamente un modello più capiente ha un prezzo maggiore
strati di rivestimento, più ne ha più costa
– elementi tecnologici, fra cui le speciali chiusure antibimbo

I sacchetti non sono da sottovalutare in quanto sono l’elemento più costoso, se parliamo di ricariche. Alcuni maialini possono essere usati con sacchi della spazzatura normali, altri no perché necessitano di ricariche apposite

Tutto sommato il mangiapannolini non è un prodotto molto costoso, anche se sul mercato è possibile trovare modelli che rientrano in varie fasce di prezzo.
I prodotti che rientrano in una fascia di prezzo bassa di solito hanno pochi o nessuno strato di rivestimento, non dispongono di manopola o stantuffo e hanno una capienza limitata. I prodotti che rientrano in una fascia di prezzo medio alta sono più versatili e capienti, dispongono di strati di rivestimento o filtri d’aria e possono essere adoperati anche con i normali sacchi della spazzatura.
Il consiglio non è tanto acquistarlo in base al prezzo ma in base alle vostre reali necessità.

I prezzi dei maialini non sono tutti uguali

I brad dei modelli famosi solitamente sono noti per l’alta qualità dei materiali utilizzati ed il prezzo competitivo e hanno un grande successo tra i consumatori, Tommee Tippee e Chicco ma anche Foppapedretti. I brand meno noti vanno analizzati bene, è inutile spendere poco se poi il prodotto si rivela scadente.

Il prezzo è ovviamente influenzato dai materiali, solitamente si tratta di plastica dura ma non è tanto questo quello che conta, ovvero l’esterno, bensì l’interno. I prodotti migliori infatti presentano una speciale pellicola arricchita di sostanze chimiche antibatteriche, fondamentali per eliminare la maggior parte dei batteri e per isolare completamente il pannolino. Un prodotto con una fascia di prezzo bassa generalmente non ha un buon rivestimento interno.

Quindi parliamo di spesa a lunga scadenza, un mangiapannolino con impacchettamento singolo non ha un costo elevato ma le ricariche sì, pertanto valutate prima dell’acquisto.
Che differenza c’è fra un mangiapannolino economico e uno costoso?
Generalmente quello economico è meno capiente ed ha meno strati di rivestimento.

Come scegliere il miglior mangiapannolino economico o di prezzo alto

I migliori mangiapannolini sono generalmente dotati di una apertura in cui gettare il pannolino, senza dover usare entrambe le mani e senza toccare il bidone.
Le tecnologie dono fondamentali: sigillatura dei sacchetti, chiusura anti bimbo, manopole e pistoni.

Quando andiamo a scegliere il mangiapannolino tocchiamolo:
– il materiale è leggero? Quanti strati di rivestimento ha?
– E’ pratico da usare?
– Si usa con ricariche o anche con normali sacchi della spazzatura?
– E’ ergonomico o ingombrante?

Un buon bidone per pannolini sporchi ha almeno 5 strati di rivestimento, è leggero, maneggevole e compatto.

Elisa, 34 anni, cagliaritana. Da sempre innamorata della scrittura. Amo scrivere di tematiche che riguardano da vicino le esigenze e i problemi quotidiani delle persone. Mi toccano molto argomenti come l’inquinamento, la decrescita felice, il benessere generale. Cerco sempre di approfondire in modo chiaro e soddisfacente gli argomenti.

6395 6462 6425 6419 6417 6439 6447 6406
Back to top
MangiaPannolino